Terapia del Dolore

Download Brochure Informativa

Cenni sulla Terapia del Dolore

Terapia del Dolore

TERAPIA DEL DOLORE

"Il dolore è un'esperienza sensoriale ed emozionale spiacevole associata a danno tissutale, in atto o potenziale, o descritta in termini di danno."
È sempre composto da una parte percettiva, cioè la ricezione ed il trasporto al sistema nervoso centrale di stimoli dolorosi, e da una parte esperienziale del tutto soggettiva, la vera e propria esperienza del dolore, cioè lo stato psichico collegato alla percezione del dolore stesso.
Per questo motivo è fondamentale che nel prendersi cura di una persona affetta da dolore la si consideri sempre in tutti i suoi aspetti, sia fisici che psicologici.
La terapia del dolore è una disciplina molto ampia che prevede innanzitutto un corretto inquadramento diagnostico e successivamente la scelta di adeguati trattamenti variamente integrati in base al tipo di problema.
In questo opuscolo viene descritta in particolare l'omeomesoterapia riflessa, ma spesso viene integrata da alcune altre tecniche, tra cui:
- infiltrazioni eco guidate: con farmaci sia chimici che omeopatici;
- infiltrazioni con acido ialuronico (es. infiltrazione di spalla e ginocchio;
- infiltrazione eco guidata dell'anca);
- agopuntura antalgica;
- manipolazioni vertebrali.

A CHE COSA È PARTICOLARMENTE ADATTA?

Questo tipo di terapia si rivolge al trattamento del dolore non oncologico ed in particolare a tutte le patologie articolari e muscolo scheletriche.
Si può trattare con beneficio qualsiasi condizione dolorosa, sia acuta che cronica, di tipo degenerativo o traumatico.

Alcuni esempi:

- sindromi cervicali
- lombalgie e lombosciatalgie
- spalla dolorosa (cuffia dei rotatori)
- epicondilite (gomito del tennista)
- artrosi dell'anca e del ginocchio
- gonalgie (meniscopatie, malattie della cartilagine)
- tutte le tendiniti
- fibromiosite e fibromialgia
- borsiti
- calcificazioni dolorose (periartrite della spalla; sperone calcaneare)
- tutti i tipi di traumi (distorsioni, contusioni, stiramenti o strappi muscolari)
- problemi legati alla traumatologia sportiva
- cefalee
- postumi di interventi ortopedici (es. artroscopia di spalla o ginocchio)

Terapia del Dolore

CHE COS'È L'OMEOMESOTERAPIA RIFLESSA?

La mesoterapia è una particolare tecnica di iniezione ampiamente nota fin dagli anni 70 che consiste nel praticare piccole iniezioni con aghi molto sottili in sede sottocutanea dove il paziente riferisce dolore. Solitamente vengono iniettati antinfiammatori e anestetici.
L'omeomesoterapia, invece, utilizza farmaci particolari di tipo omeopatico, denominati farmaci omotossicologici.
L'omotossicologia è un'evoluzione moderna e "scientifica” dell'omeopatia, che considera la malattia come accumulo di tossine nei tessuti, che causa un blocco di alcune funzioni dell'organismo.
Con i farmaci omotossicologici si stimola la capacità di autoguarigione del paziente, giungendo alla definitiva eliminazione del carico tossico e alla possibile guarigione.
I farmaci utilizzati sono principalmente di 3 tipi:
- modulatori dell'infiammazione (e non soppressori tipo i FANS) e drenanti;
- farmaci con proprietà di stimolo alla riparazione fisiologica dei tessuti detti organoterapici;
- farmaci contenenti collagene con proprietà sia di stimolo riparativo delle strutture lesionate che di sostegno naturale di tendini e articolazioni.

PERCHÉ RIFLESSA?

Perché le piccole iniezioni sottocutanee, più propriamente "microinfiltrazioni”, vengono praticate sia nei punti sede di dolore o di trauma detti locali, ma soprattutto nei punti distali detti riflessi. Questi ultimi sono punti propri dell'agopuntura classica, scelti di volta in volta in base alla patologia da trattare e alle caratteristiche del paziente in esame.
Questo per due motivi principali:
– in questo modo si effettua un trattamento di agopuntura vero e proprio con efficaci effetti antidolorifici;
– i farmaci di tipo omeopatico, svolgendo il loro effetto terapeutico mediante un particolare meccanismo di tipo elettromagnetico, iniettati nei punti agopunturali amplificano il loro effetto.

QUALI SONO I VANTAGGI?

I farmaci utilizzati:
- sono privi di effetti collaterali o di tossicità
- Si possono somministrare ai bambini e alle donne in gravidanza (salvo alcune eccezioni)
- Non hanno semplicemente un effetto "antidolorifico” ma stimolano i processi di guarigione fisiologica dei tessuti malati
- Non hanno alcuna controindicazione in caso di altre terapie farmacologiche o eventuali altre patologie in atto