Tempi d'Attesa

PRESTAZIONI AMBULATORIALI

Rilevazione mensile 06.06.2018 (se il tuo browser non visualizza correttamente questa pagina, Scarica in PDF)


La rilevazione avviene in un giorno indice con cadenza mensile, secondo un calendario stabilito da Regione Lombardia (con nota Regionale H1.2012.0037655 del 21.12.2012). I tempi di attesa sono espressi in giorni lavorativi e riguardano i primi accessi (no urgenze, controlli, follow up) di prestazioni erogate con il SSN.
Per ulteriori informazioni rivolgersi alla reception.

VALORI OBIETTIVO DEI TEMPI D'ATTESA

Regione Lombardia ha recepito il Piano Nazionale di Governo delle Liste di Attesa 2010-2012 tutt’ora vigente, integrando le diverse disposizioni emanate sin dal 1998. Detto piano prevede che ai fini della verifica del rispetto dei tempi d’attesa siano monitorate esclusivamente le prime visite e le prime prestazioni diagnostiche o terapeutiche, ovvero quelle che rappresentano il primo contatto del cittadino con il sistema sanitario; in particolare tra tutte le prestazioni garantite dal sistema sanitario, ne sono state individuate 43 fra le più significative per la comprensione del contesto.

In coerenza con il Piano Nazionale, sono stati individuati criteri di priorità (D.g.r n. IX/1775 del 24 maggio 2011) per garantire l’accesso alle prestazioni diagnostiche, terapeutiche e riabilitative di assistenza specialistica ambulatoriale e di ricovero entro tempi di attesa adeguati alle necessità cliniche del cittadino utente del servizio sanitario.

Una recente integrazione (D.g.r n. X/3993 del 4 agosto 2015) ha semplificato le classi di priorità a disposizione del Medico riallineandole alle categorie previste dal Piano Nazionale.

Per ciascuna richiesta di prestazione ambulatoriale o di ricovero il Medico, in base alla valutazione clinica, deve attribuire la priorità adeguata e riportare in ricetta il relativo contrassegno;
L'indicazione del campo "classe di priorità" da parte del Medico è obbligatoria e riguarda tutte le prescrizioni per prestazioni sanitarie ambulatoriali e di ricovero; la ricetta priva di contrassegni è considerata come prescrizione di una prestazione programmabile (P).

Le priorità previste per le prestazioni di specialistica ambulatoriale sono :
U = urgente – "bollino verde" (nel più breve tempo possibile o entro 72 ore);
B = breve - entro 10 gg;
D = differibile - entro 30 gg (visite) entro 60 gg (prestazioni strumentali);
P = programmabile.

  • DENSITOMETRIA OSSEA CON TECNICA DI ASSORBIMENTO A RAGGI X - lombare, femorale, ultradistale
  • ECO(COLOR)DOPPLER DEGLI ARTI SUPERIORI O INFERIORI O DISTRETTUALE, arterioso o venoso
  • ECO(COLOR)DOPPLER DEI TRONCHI SOVRAORTICI
  • ECOCOLORDOPPLERGRAFIA CARDIACA
  • ECOGRAFIA ADDOME SUPERIORE
  • ECOGRAFIA ADDOME INFERIORE
  • ECOGRAFIA ADDOME COMPLETO
  • ECOGRAFIA CAPO E COLLO
  • ECOGRAFIA DELLA MAMMELLA - BILATERALE
  • ECOGRAFIA GINECOLOGICA
  • ECOGRAFIA OSTETRICA
  • ELETTROCARDIOGRAMMA
  • ELETTROMIOGRAFIA SEMPLICE (EMG)
  • ESAME AUDIOMETRICO TONALE
  • ESAME DEL FONDO DELL'OCCHIO
  • MAMMOGRAFIA BILATERALE
  • RADIOGRAFIA COLONNA LOMBOSACRALE
  • RADIOGRAFIA FEMORE, GINOCCHIO E GAMBA
  • RADIOGRAFIA PELVI E ANCA
  • RADIOGRAFIA TORACE DI ROUTINE, NAS
  • VISITA CARDIOLOGICA
  • VISITA DERMATOLOGICA
  • VISITA ORTOPEDICA
  • VISITA DI CHIRURGIA VASCOLARE
  • VISITA DI MEDICINA FISICA E RIABILITAZIONE
  • VISITA GASTROENTEROLOGICA
  • VISITA GINECOLOGICA
  • VISITA NEUROLOGICA
  • VISITA OCULISTICA
  • VISITA ONCOLOGICA
  • VISITA ORL
  • VISITA UROLOGICA/ANDROLOGICA